• head_banner_01

Il terzo trimestre vede l'espansione del commercio estero

Il commercio estero cinese è cresciuto nel terzo trimestre fino a raggiungere un livello record, facendo passare la crescita cumulativa da inizio anno delle esportazioni e delle importazioni da negativa a positiva, secondo i dati doganali.

La crescita delle esportazioni in termini di dollari è aumentata ulteriormente al 9,9% anno su anno a settembre dal 9,5% di agosto, segnando il sesto mese consecutivo di dati sulle esportazioni superiori alle previsioni di mercato.

Le importazioni, nel frattempo, sono aumentate del 13,2% rispetto all'anno precedente, invertendo il calo del 2,1% su base annua ad agosto, ben al di sopra delle aspettative di mercato e riducendo il surplus commerciale principale a 37 miliardi di dollari a settembre dai 58,9 miliardi di dollari di agosto.

La resilienza della Cina nelle esportazioni è stata determinata principalmente dal suo status di prima economia e prima fuori dalla pandemia COVID-19, che ha contribuito a un aumento delle esportazioni di DPI (dispositivi di protezione individuale) e di prodotti per il lavoro / studio da casa , mentre i concorrenti erano ancora impantanati nella pandemia, secondo la società di servizi finanziari Nomura.

"La crescita delle esportazioni cinesi potrebbe rimanere elevata per un altro paio di mesi a causa delle ricorrenti ondate di COVID-19 all'estero", ha detto Lu Ting, capo economista cinese di Nomura. "D'altro canto, il miglioramento di settembre nella crescita delle importazioni della maggior parte delle principali materie prime in termini di volume suggerisce una domanda interna più forte e un certo rifornimento".

Goldman Sachs prevede inoltre che la forza delle esportazioni persisterà nei prossimi mesi e che anche le importazioni potrebbero continuare ad espandersi sulla scia della continua ripresa dell'attività interna.

Nei primi tre trimestri del 2020, il commercio estero complessivo è cresciuto dello 0,7% anno su anno per un totale di 23,12 trilioni di yuan (3,43 trilioni di dollari USA), con esportazioni che ammontano a 12,71 trilioni di yuan, un aumento dell'1,8% rispetto all'anno precedente, mentre le importazioni è sceso dello 0,6% a 10,41 trilioni di yuan, ha detto martedì l'Amministrazione generale delle dogane.

"Di fronte al grave impatto della pandemia COVID-19, la Cina ha intensificato la sua risposta politica macro, compiuto sforzi concreti per garantire la stabilità su sei fronti e la sicurezza in sei aree", ha detto Li Kuiwen, direttore del dipartimento di statistica della dogana.

"Abbiamo ottenuto importanti risultati nella prevenzione e nel controllo generale della pandemia e nello sviluppo economico e sociale, e l'effetto delle politiche sulla stabilizzazione del commercio estero ha continuato a manifestarsi, con importazioni ed esportazioni significativamente migliori del previsto", ha detto Li.

Dopo aver subito lo shock nel primo trimestre, le importazioni e le esportazioni hanno registrato una forte ripresa nel periodo aprile-giugno, pur registrando ancora un leggero calo su base annua.

Nel terzo trimestre, le importazioni e le esportazioni del commercio estero cinese sono aumentate fino a 8,88 trilioni di yuan, aumentando del 7,5% su base annua, tra cui le esportazioni sono aumentate del 10,2% a 5 trilioni di yuan e le importazioni sono aumentate del 4,3% a 3,88 trilioni di yuan. Tutte e tre le cifre sono state il massimo storico per un quarto.

L'Associazione delle nazioni del Sudest asiatico è stata il principale partner commerciale della Cina nei primi tre trimestri.

Il commercio estero della Cina con l'ASEAN ha superato i 3,38 trilioni di yuan, con un aumento del 7,7%, rappresentando il 14,6% della cifra principale del commercio estero della Cina nei primi nove mesi.

Il commercio con l'Unione Europea ha raggiunto 3,23 trilioni di yuan, il 2,9%, diventando il secondo partner commerciale della Cina. Il commercio della Cina con gli Stati Uniti è rimbalzato rispetto ai precedenti cali, con il valore che è salito del 2% a 2,82 trilioni di yuan nel periodo.

Il commercio con i paesi lungo la Belt and Road, nel frattempo, è cresciuto dell'1,5% per un totale di 6,75 trilioni di yuan.

La dogana ha evidenziato una rapida crescita del commercio estero da parte di imprese private. Nei primi tre trimestri dell'anno, hanno contribuito per un totale di 10,66 trilioni di yuan alle esportazioni e importazioni cinesi, con un aumento del 10,2% anno su anno, rappresentando il 46,1% del valore del commercio estero totale, che era di 4 punti percentuali superiore rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Di questo totale, le imprese private hanno registrato esportazioni complessive di 7,02 trilioni di yuan, un forte aumento del 10 percento, pari al 55,2 percento del valore totale delle esportazioni cinesi, mentre le importazioni sono aumentate del 10,5 percento a 3,64 trilioni di yuan, pari al 35 percento del importazioni di titoli.

Durante lo stesso periodo, le imprese a capitale estero hanno contribuito con importazioni ed esportazioni per 8,91 trilioni di yuan, pari al 38,5%. Le importazioni e le esportazioni delle imprese statali hanno superato i 3,46 trilioni di yuan, rappresentando il 15% del totale.

La struttura del modello commerciale è stata continuamente ottimizzata, con la proporzione del commercio generale nel commercio estero complessivo del paese in crescita, ha detto Li.

Nei primi nove mesi, il commercio generale della Cina è aumentato del 2,1% a 8,55 trilioni di yuan, rappresentando il 60,2% delle importazioni ed esportazioni totali, che è stato di 0,8 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

In termini di industrie, le esportazioni di materiali per la prevenzione delle pandemie, laptop ed elettrodomestici hanno registrato buoni risultati, a causa dei cambiamenti nello stile di vita causati dalla pandemia.

"Il lancio di nuovi prodotti di elettronica di consumo e la domanda di gadget per lavorare da casa hanno incrementato le importazioni e il ciclo dei prodotti", ha affermato Betty Wang, economista cinese senior presso Australia and New Zealand Banking Group.

Lu di Nomura ritiene che la domanda di laptop potrebbe rimanere solida per un paio di mesi, "poiché è uno dei pezzi cruciali dell'attrezzatura necessaria per l'apprendimento online, anche se la sua forza potrebbe indebolirsi con la moderazione della domanda per il rientro a scuola".

Da notare anche che le esportazioni di prodotti farmaceutici ed erbe medicinali sono aumentate del 21,8%, mentre quelle di strumenti e attrezzature mediche sono aumentate del 48,2%.

BIKINI SWIMWEAR MANUFACTUER

BACK PACK

BIKINI SWIMWEAR MANUFACTUER


Tempo post: ottobre-14-2020